mercoledì 3 maggio 2017

Catechisti neocatecumenali, “riconoscete che al di fuori del cammino nella Chiesa il Signore può operare con altri mezzi?”

Caterina da Siena, santa, mistica, patrona di Italia e d'Europa che ricordiamo il 29 aprile, nel suo "Dialogo sulla Divina Provvidenza", opera ispiratale da Dio, a proposito della dottrina della Verità, scrisse che sono tre le condizioni per poter esercitare il lume della ragione e ricevere la Verità senza cadere in inganno: la prima è non giudicare i difetti del prossimo, la seconda è non giudicare il grado di virtù del prossimo, la terza condizione infine, sulla quale faremo una breve riflessione, è non volere che tutti seguano la stessa via.

In particolare, spiega il Signore a Caterina, la via della penitenza (che la santa praticava con entusiasmo), non doveva essere considerata, perché utile per alcuni, buona regola per ognuno, né si doveva scandalizzare di coloro che non la seguivano, perché la prima penitenza è quella di cercare l'onore di Dio e la salvezza delle anime, non "di voler mandare tutti i miei servi, o di volere che vadano tutti, per la stessa via che tu percorri": molestia, questa, "causata dal demonio o dal tuo giudizio insufficiente".
Quindi, se tu pretendi che tutti seguano la tua peculiare strada di santità, allontani sia te che loro da questo obbiettivo e la tua azione è dettata da malvagità o da ignoranza.
I catechisti neocatecumenali leggano e imparino dai veri dottori della Chiesa e non da certi dottori "honoris causa" (o piuttosto pecuniae oliaturae causa), così, oltre a non insistere con mezzi leciti ed illeciti per convincere i  catechizzati a seguire il loro cammino, saranno i primi ad abbandonarlo.


Come ho altre volte amaramente ricordato, a me, da un sacerdote NC che a malapena conoscevo ma che per dei giri strani in quel momento faceva formalmente parte dell’equipe dei miei catechisti, fu detto nell’ordine:
  • che ero una bambina ferma a 13 anni (ne avevo 34) 
  • che la mia decisione di lasciare il cammino sarebbe stata una bomba che sarebbe esplosa nel mio matrimonio.
E questo così, diciamo per non saper né leggere né scrivere, alla sola notizia che io stavo mettendo in discussione il mio proseguire nel cammino “ma non certo nella Chiesa” (fui molto chiara in proposito sin dalla prima frase del nostro colloquio, ma niente, per loro la Chiesa senza cammino non esiste, quindi via agli anatemi previsti dal codice Kikiano).

Mi piace ricordare che quel colloquio durissimo fu una prova d’amore meravigliosa di mio marito, che non era mai entrato in comunità ma mi aveva abbastanza accompagnato (un po’ sbuffando un po’ a volte sinceramente apprezzando qualche bel momento di condivisione). 
A quell’incontro lui, anche incasinatissimo per lavoro, ha voluto fortemente esserci, e oggi capisco quanto ha “visto lungo” in questo.
La sua presenza serena, ferma e distaccata, è stata la mia salvezza. Nei momenti in cui ho rischiato di crollare, con la voce tremante di pianto e la testa nel pallone, lui è stato accanto a me e non ha permesso che infierissero oltre il limite che avrei potuto sopportare. È intervenuto poche volte, ma quando lo ha fatto ha rimesso tutte le cose nella prospettiva giusta. 
Gli ha detto in faccia quello che io allora non riuscivo, con un mezzo sorriso: “Kiko Argüello, per quanto mi riguarda, è un pittore spagnolo. Ispirato, ispiratissimo, ma un semplice pittore spagnolo. Se le ultime derive non convincono mia moglie e non la fanno star bene nel percorso da lui ideato, mia moglie fa benissimo a cercare nella Chiesa altre vie.”. Questa verità così semplice eppure tutt'altro che banale è stata la mia armatura contro il fardello che mi stavano infliggendo, di essere una “Ribelle a Dio” e tutto il resto.
Ad un certo punto mio marito, ha ripetuto per tre volte ai catechisti la domanda:
  • “Riconoscete che al di fuori del cammino nella Chiesa il Signore può operare con altri mezzi?” 
Quando finalmente non hanno tergiversato e hanno dovuto capitolare con un timido "sì", non gli ha dato il tempo di continuare con i Ma e i Però, ha concluso così. 
I tre arcani segretissimi "mamotreti" degli
Orientamenti della tappa del "Padre Nostro"
Davvero, non sai che sollievo è stato per me in quel momento, mentre stavo rimettendo in discussione praticamente tutta la mia vita spirituale, piena di dubbi, paure, nostalgie, e loro che giocano sottilmente con quelle fragilità, avere a fianco una persona del tutto immune (come immagino potresti essere tu) dai loro condizionamenti. E anche a casa, con la sua ironia, quanto ha alleggerito la situazione!

Quella stessa sera, dopo lo stress accumulato, la confusione ecc., ogni tanto scoppiavo in dei pianti isterici e lui con dolcezza mi invitava a guardare la parte comica di tutto e scherzava: “Cosa potevamo aspettarci? Siamo andati dal pizzicagnolo a chiedere se il suo salame è buono…”. Da quelle risate tra i singhiozzi è iniziata la mia risalita…
(da: Donna Carson)


67 commenti:

Pax ha detto...

Pax

Notavo ultimamente che sempre più, partendo da esperienze di vita coniugale vissute nel cammino, si mettono in evidenza criticità strutturali insanabili dello stesso!

Una specie di legge del contrappasso per Kiko, che ha fatto del matrimonio e della famiglia il suo cavallo di battaglia preferito.

Donna Carson manifesta ai suoi catechisti alcune perplessità che la stanno facendo riflettere sulla opportunità o meno di continuare e il presbitero dell'equipe, della razza di preti "imbastarditi itineranti", spara due risposte stereotipe, adatte a questi casi ed in totale dispregio della persona che ha davanti, per di più accompagnata da un marito che il cammino non lo ha mai fatto.
La offende pesantemente sul piano personale....sei una bambina....detto poi ad una donna che pensa col proprio cervello, immaginate un poco!
La minaccia, tentando di impaurirla, con fosche "previsioni profetiche" sul suo futoro matrimoniale, come inevitabile conseguenza della sua decisione di abbandonare.

Questo dimostra la loro arroganza insopportabile, la loro presunzione smisurata e la totale assenza di rispetto per la altrui libertà, che conta per loro meno di nulla.

Ma cosa volete? Con la formazione a senso unico che hanno ricevuto dal plurititolato Trettre doctor (h.c.) signor Kiko-maestrodeglignoranti Arguello!

Ridotti tutti come il giovane della foto, inebetito completamente, che non può che ripetere a pappagallo il sapiente discernimento kikiano.

C'e la soluzione preconfezionata per ogni questione i camminanti dovessero sollevare quando, tremanti, chiedono una udienza privata agli "illuminati" catechisti che Dio ha scelto per loro, insieme a Kiko e Carmen, prima della creazione del mondo!
Chi può mettere in dubbio i loro oracoli?

Ecco che i poveri fratelli delle comunità, dopo essere stati sepolti sotto palate di fango nel percorso per tappe sempre di più, vengono definitivamente sistemati sotto la pietra tombale del sacro discernimento dei neo-katekiki.

Certo fa impressione vedere i frontespizi dei sacri testi segreti del cammino che ne hanno custodito per decenni i misteri e preservato la vista di noi poveri, comuni mortali, da una luce così abbagliante!
quando aprirete anche a noi finalmente quelle pagine, ne sono certa, comprenderemo tutti meglio tante cose.

Pax

excamminatore ha detto...

METTETE ONLINE IL MAMOTETRO DELLE TRE TAPPE DELL'ELEZIONE grazie

Salvatore ha detto...

Attenzione!!!!!! Non sprecate il vs tempo a guardare gli altri. Piuttosto usatelo per aiutare gli altri. Salvatore

Anonimo ha detto...

Mi unisco alla richiesta

by Tripudio ha detto...

Attenzione!!!!!!!!! Stiamo aiutando gli altri - in particolare i fratelli del Cammino - a riconoscere gli errori, gli strafalcioni, il settarismo, e soprattutto la maniacale ossessione di spostare altrove il discorso.

Anonimo ha detto...

http://ilsismografo.blogspot.it/2017/05/stati-uniti-guam-archbishop-byrnes.html?m=1

l'apostata ha detto...

al finto Salvatore autentico Baccalà

Egregio somaro, offro due considerazioni al tuo discernimento ciuchino.

1^ E' inutile che insisti a cambiare nick, si vede subito l'ombra delle tue orecchie d'asino.

2^ Sei palesemente lanciato nell'emulazione di Sankiko megalomane.
Se lui si autoproclama nuovo Giovanni in mezzo a voi, tu addirittura credi di essere il Salvatore!
(Se non sei in grado di capire il giochino di parole, manda un raglio e te lo spiegherò meglio).

Va' in Cina, somaro, vai a ragliare laggiù. Vedrai che un lavoro nei campi te lo trovano.


@ Donna Carson

"...Ad un certo punto mio marito, ha ripetuto per tre volte ai catechisti la domanda: “Riconoscete che al di fuori del cammino nella Chiesa il Signore può operare con altri mezzi?”.
Quando finalmente non hanno tergiversato e hanno dovuto capitolare con un timido "sì", non gli ha dato il tempo di continuare con i Ma e i Però, ha concluso così".


Plateale dimostrazione che il " discernimento" ce l'hanno anche i cristiani della domenica, e che il coniuge è tutt'altro che il "nemico".

Buona felice prosecuzione matrimoniale! ;-)

Lino ha detto...

Attenzione! Prevenire è meglio che curare. Stiamo aiutando gli altri informandoli dei rischi che si corrono entrando oppure restando in un movimento che produce sofferenze a chi vi aderisce e ai loro familiari, che onnubila la ragione e azzera l'autostima, che scovolge la vita delle persone imponendo le credenze, le usanze e i ritmi di vita voluti da un pittore spagnolo di fede gnostica.

Anonimo ha detto...

ah Salvato', consolare gli afflitti, consigliare i dubiosi, pregare per i vivi e per i morti sono tutte opere di misericordia spirituale che sta facendo questo blog.

E tu, qual opera stai compiendo nel difendere un eretico e tutta la sua cricca?

by Tripudio ha detto...

La prima forma di carità è la verità.

E la verità è una medicina piuttosto indigesta per gli amici della menzogna.

I quali - come reazione automatica - intervengono sempre a gamba tesa per comandare al prossimo: "circolare, circolare! Non c'è niente da vedere!".

Ma magari il fratello Salvatore si è sentito triggered dalla foto dei mamotreti di una tappa per lui ancora alquanto lontana. Sarebbe spassoso poterli sfogliare, eh, Salvatore? Leggere cosa reciteranno i cosiddetti "catechisti" fingendosi "ispirati" da non si sa quale "spirito"... sapere in anticipo dove andranno a parare, e quali mazzate vi daranno... Sarebbe bello se i documenti cosiddetti "catechetici" del Cammino si potessero sfogliare esattamente come i documenti della Chiesa, nevvero? il Catechismo, il Messale, le Encicliche, i testi dei Concili, ecc. (tutto gratis sul sito del Vaticano, a portata di pochi clic sul computer di casa tua, altro che gli arcani!): e dunque come mai fino a pochi anni fa eravate persino costretti a negare l'esistenza dei mamotreti e ancor oggi ti strigliano duramente se osi anche solo far trapelare un pochino di curiosità per le tappe che ancora non hai fatto?

Siamo al punto che voialtri neocatecumenali siete così abituati a recitare la parte di coloro che sono "sorpresi", che addirittura vi infuriate quando qualche fratello pubblica su facebook l'ultimo canto di Kiko che ancora non vi è stato ufficialmente "consegnato" (vedi articolo [qui]).

Recitano i cosiddetti "catechisti" e perciò recitano anche i fratelli delle comunità. È tutta una recita ipocrita, è tutta una performance teatrale - e infatti il fratello cantore Virgilio di cui sopra, infuriato per il kiko-leaks, nella vita normale non si distingue dai pagani e pubblica tutto orgoglioso sul suo facebook le foto di quando si è fatto tatuare uno sgorbio sotto l'ascella (il Cammino dei tatuaggi però esigerebbe almeno il bislacco logo aziendale di Kiko: vedi seconda foto qui).

Ex salvato dal SALVATORE quello vero. ha detto...

Mettere a conoscenza di più gente possibile su alcuni aspetti negativi e pericolosi che ci sono nel cammino secondo te è sprecare tempo?

C. ha detto...

Ai kikokatekisti non gliene frega assolutamente nulla di quello che accade fuori dalla (loro) Chiesa.

Ai miei tempi non c'era nessun problema a dire che al di fuori del Cammino ci sono tante belle realtà, del resto anche tanti Pasqualoni lo dicono pure qui.

Il concetto cardine è la solita frasina: "Il cammino non fa per te", alludendo che puoi tranquillamente andartene a fare in... un'altra esperienza religiosa ed è buono così.

QUello che i neocatecumeni non faranno mai (MAI) è CONFRONTARSI con altre realtà della Chiesa, perché tale confronto sarebbe distruttivo per loro.

Immaginate una convivenza con neocatecumeni e un gruppo di preghiera, membri di CL o anche dell'Opus Dei, e cominciare a parlare dei seguenti argomenti:
-decima (!)
-matrimonio mettendo la data
-ubbidienza ai catechisti
- "lo ha detto Kiko"

La situazione diventerebbe a dir poco grottesca! ED è proprio questo il punto. A mio parere la domanda giusta dovrebbe essere quella di sapere se queste persone siano disposte a confrontarsi veramente con altri cattolici che non seguono il loro percorso.

Io ci provai, era una primavera delle famose 100 piazz(at)e, purtroppo ai primi commenti il kikokatekista venne portato via dalla moglie, che aveva visto lungo la figuraccia...

Roberto ha detto...

Girando su youtube ho trovato un video che mostra le icone orrende di kiko

https://youtu.be/UlR2LEtWRxA

Esattamente al minuto 2:09 mostra un ritratto del demonio tutto nero con le ali e in braccio tiene il bambino, qualcuno mi sa dire di quale opera si tratta, potrebbe essere un'ulteriore prova che Kiko è il vero anticristo!!

Lino ha detto...

@ ex salvato
Il lavoro che si sta facendo ha i suoi tempi. Lo sai quante centinaia e centinaia di pagine si stanno scansionando e convertendo in OCR?
C'è poi una questione di strategie. Quante persone credi che si leggerebbero in Rete centinaia e centinaia di pagine? Lo sai che prima che io consultassi i mamoreti della prima fase disponibili da anni in internet - io sono solito lavorare sui testi, però, stampo su carta e leggo in viaggio - nessuno aveva posto il problema della cognata malata, del fango, dell'industriale prodigo ecc. eccetera? Non per incapacità, perché in rete non si leggono articoli un po' lunghetti, figuriamoci migliaia di pagine.

Forse non sai che i primi estratti SIGNIFICATIVI dal tomo Traditio, nei vari blog e pagine FB, già hanno riscosso un altissimo numero di visite. Oltre un migliaio di clic, solo su quello di Guam. E più l'articolo è breve, più la visita si trasforma in lettura (anche se, nei blog tematici, il rapporto tra visite e letture è molto alto).
Da Guam concordano: "Il veleno va dato lentamente, lentamente". Saltare all'Elezione senza aver prima affrontato bene la Traditio significherebbe non assuefarsi al siero tossico, soltanto sarebbe la soddisfazione di una curiosità. Il Cammino è a tappe, purtroppo, e va analizzato a tappe.

Beati pauperes spiritu ha detto...

Concordo pienamente con Lino, e, da membro della cordata antiArcani, avendo nelle mie mani tutti i volumi (quelle foto lo dimostrano), dico che non è possibile procedere a un passo più veloce.
Kiko parla e parla, parla, parla, parla.... analizziamo migliaia di pagine, ogni volume ne contiene dai 200 ai 350 e più, senza contare diversi extra (celebrazioni, schemi, ecc.) impensabile lavorare "on demand". Mi dispiace, ma per l'elezione bisogna aspettare
In più, come dice Lino, il Cammino è gnosi, pertanto bisogna entrare nell'esoterismo del Cammino per gradi, uno scalino alla volta. Tuttavia ci arriveremo, statene certi. Abbiamo già pronta un'altra bomba di profondità, Kiko dovrà venire fuori prima o poi.

by Tripudio ha detto...

Del resto, se anche tutti i mamotreti finissero online contemporaneamente, cosa cambierebbe? I fratelli del Cammino - specialmente ai livelli più alti - non sono persone abituate a riconoscere la realtà, ammettere i propri errori, cercare di porvi rimedio. Al contrario!

Molti anni dopo che padre Zoffoli aveva ottenuto una fotocopia dei primi mamotreti, e pubblicato interi libri per commentarli, c'erano ancora dei fratelli del Cammino che insistevano a dire -in pubblico!- che i mamotreti non esistevano, e che i cosidetti "catechisti" avevano sempre parlato liberamente e sotto influsso dello "Spirito".

Ebbe perciò un ulteriore motivo per definire i neocatecumenali «gente fanatica, abilissima a mentire, malata di presunzione».

Lo scopo della diffusione dei mamotreti è quello di far capire al pubblico cos'è esattamente il Cammino Neocatecumenale. Per questo i fratelli del Cammino hanno paura della loro diffusione. Lo sanno benissimo che è qualcosa di vergognoso e dannoso. Sotto sotto lo sanno benissimo che il Cammino ha valide ragioni per nascondere il proprio corpus dottrinale.

Provate ad immaginare certi nemici della Chiesa che per fare un dispetto ai cattolici pubblicano integralmente il Catechismo, i Vangeli, il Messale... Si straccerebbero le vesti: «che scandalo! leggete qui! credono che uno ga sfamato migliaia di famiglie con soli cinque pani e due pesci! vergognoso! i farisei che potevano comodamente gridare "questo miracolo è falso" si accanivano invece a lamentarsi che guariva in giorno di sabato! assurdo! i cattolici non possono fare la Comunione se hanno peccati mortali sulla coscienza!...»

Se succedesse una cosa del genere, noi cattolici saremmo i primi a esserne felici.

La differenza tra noi cattolici e gli adoratori di Kiko, infatti, sta nel fatto che quando le nostre catechesi diventano pubbliche, è un onore per la Chiesa e per il Signore (che peraltro ci aveva comandato di «gridarlo sui tetti»).

Anonimo ha detto...

mi hanno colpito queste frasi, lanciate come sassi come per lapidare il malcapitato NC che, in maniera corretta e onesta, decide di uscire dal cammino e ne informa (non è obbligatorio) i catechisti.


•che ero una bambina ferma a 13 anni (ne avevo 34)
•che la mia decisione di lasciare il cammino sarebbe stata una bomba che sarebbe esplosa nel mio matrimonio


se le leggete nel genere maschile, otterrete esattamente le frasi che mi sono state rivolte anni fa quando decisi di lasciare il cammino.

Aggiunsero quelle sui figli che sarebbero diventati:
a) drogati
b) delinquenti
c) ribelli (sarebbero scappati da casa)

e quelle sulle disgrazie:

a) ti ammalerai e sarai solo perchè hai rifiutato jesuccriistooo (minuscolo e chi conosce il gergo neocatexcumenale sa come viene pronunciato il nome di Gesu')

b) dio (minuscolo) ti punirà



Coraggio fratelli! (parafrasando il gergo neocateKIkiano)

io sono ancora qui, il mio matrimonio va bene, la salute per ora va , nonostante non sia molto giovincello, i miei figli stanno bene, nessun drogato, nessun ribelle, nessun delinquente.

Lino ha detto...

@ Beati pauperes spiritu ha detto... "Kiko dovrà venire fuori prima o poi"

Io mi attendo di più: che prima o poi venga fuori anche chi, avendo avuto tra le mani quell'immondizia catechetica a partire dal Tabernacolo definito inutile, invece di farne un falò e accusare di eresia la diade spagnola, si è messo a mediare, a contrattare le correzioni (impresa impossibile, correggerli!), poi li ha approvati e infine ha consentito la secretazione.

P.S.
la lettura di quei testi mi sta estremizzando, rendendo meno pacato

Beati pauperes spiritu ha detto...

Hanno anche su di me lo stesso effetto, caro Lino.

Anonimo ha detto...

Caro Apostata, pensi di essere simpatico ma sei solo un cialtrone. Detto da un ex NC che già altre volte ha attaccato la tua "simpatia", ma non sempre è stato pubblicato dal moderatore. Non ti affannare a rispondermi con la solita sfilza di "egregio", "baccalà" e "somaro" che ripeti come un mantra fino alla nausea. In una cosa ti do ragione: se sei diventato così dopo il cammino, allora hai fatto benissimo a lasciarlo, ma se eri già così di tuo, il problema non è stato certo il cammino.

Matteo

fab ha detto...

Io azzardo nel dire che nei confronti di chi esce dal cammino, la compliance tra catechisti e presbitero, si scagli non solo a parole ma che vada oltre, nel senso spirituale....ed il potere quantico del cervello è scientificamente provato

Anonimo ha detto...

@Matteo
Anche dire ad una persona che e' cialtrona, senza argomentare, e' superficialità e quindi cialtroneria.

Quindi pensa alla tua cialtroneria, piuttosto che a quella degli altri.

Inoltre una sentenza buttata così e' solo un giudizio, sicuramente non è correzione fraterna.

EX-NC-???

by Tripudio ha detto...

Però Matteo potrebbe spiegarci come mai di fronte all'ironia i fratelli del Cammino non osano mai chiedersi: «e se avesse un po' ragione?»

Anonimo ha detto...

Caro EX-NC, hai scritto bene, la mia non è stata una correzione fraterna proprio perché non voleva esserlo. Un giudizio? Sicuramente, ma mi pare oggettivo. Leggiti il post di una tale Salvatore del 3 maggio 2017 12:29 e leggiti la "pertinentissima" risposta (a cosa poi?) di Apostata un paio di post dopo.

Se trovi una connessione logica tra i due allora mi autodefinisco cialtrone come dici tu, se invece trovi il post di Apostata una serie di insulti gratuiti e immotivati, come sua abitudine, allora riflettici un po' prima di sentenziare a tua volta. Argomentare? Non ho capito su cosa. Non c'è nulla da argomentare su post come quelli, proprio perché manca l'argomento. Capisco che "argomentare" è un termine sdoganato sui forum/blogs internet in generale...

Saluti
Matteo

by Tripudio ha detto...

E leggiti anche la mia delle 12:39, già che ci sei.

Anonimo ha detto...

Caro Tripudio, io non so cosa i nc si chiedano o meno, dato che sono fuori dal 2009. Certo è che affermare concetti giusti (ma non lo sono tutti, a mio parere) condendoli con ironia da osteria (vedi Apostata e non solo)......

Matteo

Anonimo ha detto...

L'ho letta. Credo che sia ben diversa da quella di Apostata. Anche se io rifletterei sul "maniacale ossessione" scritta in questo forum e attribuita ad altri.....A parte che nemmeno si è capito se tale Salvatore è un NC o meno...

Ti auguro una buona notte.

Matteo

Valentina Giusti ha detto...

Matteo, visto che ci leggi da tempo, saprai che abbiamo alcuni troll, fra cui uno in particolare che si firma sempre con il nome proprio (peccato che sia un nome sempre diverso...), che non lesina simpatici insulti ai commentatori del blog e solitamente appunto li accusa di non aver nulla di meglio da fare, che è un po' il succo del commento fatto dal sedicente Salvatore.
L'Apostata, nella sua risposta, si rivolgeva a lui, cioè a questa specifica persona. È capitato che, nel salace botta e risposta con questo troll, a volte ci sia andato di mezzo qualche innocente commentatore, che ha pure ricevuto le scuse. Tutto qui.

Pax ha detto...

@ Matteo
@ Pinzi

Ma vi siete dati appuntamento?
Tutti oggi vi siete scatenati?

Potere immenso dei sacri mamotreti kikiani/carmeniani finalmente venuti alla luce!

E no, non posso resistere, Matteo Di qua........
Pinzi di là,
in coda al post di venerdì 28 aprile 2017 - Dicono "Dio ti ama così come sei" e poi ti distruggono.

Magari qualcuno non torna indietro a leggere, allora i commenti li copio per voi, anche perché qui Matteo attacca apostata, li il caro Pinzi attacca Tripudio....e noi li mettiamo insieme .......


Anonimo Pinzi ha detto...
sei timido, no pecchi di orgoglio,
sei disponibile, lo fai per metterti in mostra....
Se aveste studiato un minimo di Psicologia, sapreste che è vero!
Oltre che Bugiardi siete anche ignoranti!
E non pubblicherete neanche questo...perchè siete in malafede!
Tripudio sei Satana!

3 maggio 2017 16:28


CONTINUA

Pax

Pax ha detto...

CONTINUA


Blogger by Tripudio ha detto...
Il caro fratello Pasqualone Pinzi mette sullo stesso piano la teologia e la psicologia - il che è già un errore - portando la questione alle tipiche esagerazioni neocatecumenali (timido = orgoglioso? e allora se uno è estroverso, significa che non è orgoglioso? disponibile = mettersi in mostra? ma da quale "vangelo" lo hai letto?).

Inoltre etichetta "satana" chiunque dica qualcosa di sgradito alla propaganda kikiana.

Che ve ne pare?

3 maggio 2017 18:02


Blogger roberta salerno ha detto...

Mi pare che la stessa etichetta veniva data anche a Gesù dai farisei quando non sapevano più come giustificare l' EFFICACIA di quello che faceva contro il male e la menzogna.

In quanto alla "psicologia" certi CAPI NC sembra proprio l' abbiano studiata, limitatamente però alle tecniche di coercizione mentale delle persone!
Roberta

3 maggio 2017 18:13

CONTINUA



Pax ha detto...

CONTINUA

Pax ha detto...
@Pinzi delle 16,28

Oltre che Bugiardi siete anche ignoranti!

Non capisco come ti salta in mente di sparare simili giudizi contro chi, nei commenti messi in evidenza dal post, parla della sua personale esperienza:
Ex fratello
EX-NC???
E mi ci metto anche io , per solidarietà e per piena condivisione dei contenuti
Pax

Il titolo è: Dicono "Dio ti ama così come sei" e poi ti distruggono.

È troppo comodo mettere sotto la vita delle persone etichettandole in serie, tutte con gli stessi criteri triti e ritriti, così .....
Una volta fatti fuori tutti i
Timidi
Disponibili
Sensibili,
Predisposti a fare volontariato
Gettandoli dalla Rupe Tarpea

Restate solo voi
Saccenti
Violenti
Sfacciati
Egoisti
Gente che pensa solo ai fatti propri, ecc. Ecc.

Bel risultato!
Kiko sarà contento di raccogliere in un sol luogo questo splendido campionario dell'umanità!

A proposito poi di Psicologi, vi consiglio di chiamarne uno bravo, ma bravo davvero, per far fare una diagnosi come si deve al vostro perfettissimo sotto ogni aspetto (come Mary Poppins)

Kiko Arguello iniziatore degli iniziatori che un altro iniziatore come lui non c'è

Perché è proprio singolare questa fissazione per la Vanagloria che ha, speriamo non sia ormai una malattia incurabile,
È la totale assenza di umiltà e conoscenza di se e consapevolezza di essere uno tra gli altri
Costretto ogni giorno a ripetere io io io io io io io io io io io
FERMATELO
Fatelo curare, se ancora siete in tempo.

Infine lascia stare Apostata, per favore, Che ci diletta con tutti i titoli di cui ha insignito
il Trettre dottor (h.c.) Kiko pallonegonfiato Arguello

e non date a Tripudio il nome del più caro amico del vostro Fondatore, per favore.

Pax

4 maggio 2017 01:15

FINE

Anonimo ha detto...

@Matteo

La risposta dell'apostata era una risposta a chi ci ACCUSAVA di perdere il nostro tempo a scrivere su questo blog.

La sua era una risposta a chi si OSTINA a non vedere e NON CAPIRE, anche di fronte a testimonianze e documenti.

Su questo non aggiungerò altro, preferisco riflettere su questo bel post.

EX-NC-???

by Tripudio ha detto...

Quel fantomatico Salvatore è sicuramente neocatecumenale, poiché il suo commento consiste solo nel tentativo di far tacere chi parla delle magagne del Cammino.

Se uno è cattolico, quantomeno si allarma di fronte allo scempio liturgico e dottrinale perpetrato dai kikos. E non chiede certo di tacere.

Se a uno non gliene importa niente della fede cattolica, quantomeno si allarma per la pervasività di una setta che estrae in modo totalmente discutibile un fiume di soldi dalle tasche dei poveracci per poter far fare la vita da pascià ai capibastone, senza contare i matrimoni combinati o forzati, l'obbligo di sfornare figli a ripetizione, ecc. E non chiede certo di tacere.

Dunque il solito capretto furbetto che vien qui a sparare una frasetta da incarto dei Baci Perugina (magari di quelle copiate dal poeta indù Tagore), non sta contribuendo alla discussione, ma sta solo tentando il ricattino morale tipico del neocatecumenalismo: «tu giudichi!» (e nel farlo, ci giudica).

Mettiti poi nei panni di qualcuno che ha abbandonato il Cammino dopo essersi sforzato per anni di cambiarlo dall'interno promuovendo le cose che sembrano buone e riducendo il più possibile le cose evidentemente non buone. E dopo aver speso in questo tentativo anni della propria vita, tutta la propria pazienza, dopo aver sacrificato famiglia e amici e sani interessi personali, vede il mondo crollare perché la setta neocatecumenale è proprio una setta, una setta gnostica, una setta che ha a cuore solo il far fare la vita da nababbi ai suoi fondatori e ai loro lacché ufficiali, e che per di più inquina la fede cattolica e pretende di sostituirla erodendo la Chiesa dal suo interno.

Se ti metti sinceramente nei suoi panni, vedrai che lo stupido Salvatore (che poi è sempre lo stesso troll Pasqualone che perde le giornate a scrivere insulti anonimi che non vengono pubblicati) non ha a cuore il dolore di chi ha sofferto a causa delle storture del Cammino (laddove un cattolico "dei movimenti" come minimo chiederebbe perdono di fronte a casi del genere), non si vergogna delle porcate dei suoi capibastone (laddove un cattolico dei "movimenti" come minimo disprezzerebbe con sdegno uno dei suoi capi che si è macchiato di brutti peccati), addirittura considera santa la menzogna qualora serva a difendere la sua setta.

Che tipo di dialogo può esserci con uno che non ha altri argomenti da esporre che una frasetta di Tagore adoperata come se azzerasse il valore di tutte le testimonianze negative sul Cammino? Che tipo di dialogo può esserci con gente che non appena vede diminuire il prestigio della propria setta non esita ad utilizzare il giudizio temerario, l'inganno, la calunnia, la menzogna? (non sto parlando in teoria, ma di fatti realmente successe).

Se qualcuno riesce ad allontanarsi dal perfido Cammino senza traumi, beh, buon per lui. Ma chi invece non riesce a districarsi dalla tela del ragno e soffre per anni e anni e anni prima di svincolarsi, beh, la sua testimonianza non può essere banalizzata dall'ultimo pirla anonimo che viene a fare insinuazioni sull'aiutare gli altri.

Infine, lo scopo di questo blog è di osservare e discutere, non di "avere successo", o di "avere tante cliccate" o di mettere d'accordo "tutti". Essendo cattolici, sappiamo bene che il neocatecumenalismo potrebbe ingannare la gerarchia della Chiesa (e certamente non a lungo), ma non riuscirà mai a ingannare il Signore.

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

SALVATORE:
non ti crucciare, abbiamo una MISSIONE da compiere...

MATTEO:
perché te la prendi tanto?

DONNA CARSON:
da come scrivi dimostri una grande maturità, altro che 13 anni!
A proposito di MATRIMONIO: sono personalmente a conoscenza di CONIUGI DEL CAMMINO che vivono da separati in casa. Esattamente come nel mondo.
Lo faranno per i figli? Sarebbe nobile. Temo, però, che sia più probabile che lo facciano per l'immagine.

Conoscendo alcuni casi, penso che la MAGGIOR PARTE dei matrimoni avvenuti nel Cammino siano NULLI.
Ma Kiko è contro la nullità... Chissà cosa ne penserebbe PAPA FRANCESCO se lo sapesse.

Un'ultima considerazione: gli "INFALLIBILI" catechisti avevano "profetato" che il tuo matrimonio sarebbe finito, ma non ci hanno azzeccato.
MATTEO si arrabbia se dico che sono stati dei FALSI PROFETI?

Beati pauperes spiritu ha detto...

Capisco Apostata e la sua reazione, anche quando non condivido tutto parola per parola, ma lo capisco benissimo, perché la verità è che non si può scendere a compromessi con i neocatecumenali. Anche io ero inossidabile nelle mie convinzioni, finché dentro la setta e preda degli incantesimi diabolici di Kiko.

I catechisti non se ne rendono pienamente conto, credono spesso di fare il giusto, perché anche loro infatuati, sedotti e affascinati da Kiko e dal suo "carisma".

Il diavolo ha molto potere di fascino, sa manifestarsi con splendori e luce, sa fare grandi portenti e segni (questa è parola di Gesù Cristo, che il diavolo lo conosce bene) e ha potere di ingannare se possibile anche gli eletti di Dio. Dunque, non fa meraviglia per niente che masse numerose seguano Kiko, che centinaia di famiglie si offrono come vergini al drago convinte di fare il bene, che centinaia di giovani si illudano di avere una vocazione. Kiko sa essere fascinoso, proprio come il serpente della Genesi, ma dietro alla cortina di fumo delle belle parole c'è tanta rabbia, giudizio, disprezzo, egoismo, invidie, ira, orgoglio. Questi non sono frutti dello Spirito Santo ma di un altro "spirito".

Si riempie la bocca di paroloni altisonanti e locuzioni cattoliche per imbambolare gli ascoltatori (un esempio per tutti: "ministero omiletico della Chiesa") ma nel cuore trabocca ciò che pensa davvero, cioè che la Chiesa è la Sinagoga dei primi secoli, quella che perseguitava i primi cristiani, pertanto tutto ciò che è stato detto e fatto dopo Costantino è da rigettare e distruggere e ciò lo qualifica invariabilmente, ineluttabilmente come eretico scismatico, di matrice gnostica.
Quando ciancia di Dio che manda le disgrazie sta dipingendo Dio come il Demiurgo, origine del bene e del male: queste sono parole di Satana, che odia Dio. Quando capovolge i segni del Vangelo e stravolge e mistifica le parole di Gesù è ispirato da Satana, simia Dei, maestro nel rivolgere i segni di Dio contro Dio stesso, imitatore al contrario dell'opera di Dio.

Kiko è satanico quando si rivolta contro i Vescovi e i Cardinali, successori degli Apostoli, è satanico quando disobbedisce al Papa, è satanico quando reinterpreta la rivelazione, è satanico quando comanda di uscire dalle parrocchie e celebrare nelle case. Mi dispiace molto... mi dispiace per chi lo segue.

Kiko non ha a cuore la maggiore gloria di Dio e l'edificazione della Chiesa ma la propria gloria e il successo della sua impresa.
Mi dispiace essere duro, ho il cuore a pezzi, ma sono troppo sconvolto dalle cose che ho letto nella Traditio. Quei volumi NON sono ispirati da Dio, comincio a credere che siano ispirati da Satana.

Mi dispiace dover togliere i guanti bianchi. Per dirla alla Tim Rohr: "No more nice guy"

Lino ha detto...

"No more nice guy"
Condivido.
Quello che sta uscendo dal mamotreto della Traditio avrebbe fatto incavolare san Francesco allo stesso modo di come si incavolava (San) padre Pio.
Questi asini patentati che vengono a dare dell'ignorante al prossimo e poi difendono delle idiozie sui Vangeli, che farebbero sbellicare un ragazzino di terza media con competenze minime di comprensione testuale, meritano di essere trattati con minore gentilezza.
Ieri un asino matricolato, di quelli che in tempi diversi avrebbero tenuto dietro la lavagna per l'intero anno scolastico, mi ha dato della capra. Avevo semplicemente riferito che non ci può essere interpretazione corretta se questa prescinde da ciò che è scritto nella lettera, che è la bellezza nella quale ogni interpretazione è contenuta. 'Sta bestia impenitente mi ha dato della capra invitandomi a studiare i quattro livelli di interpretazione delle Scritture, senza nemmeno sapere che io avevo esposto un concetto - che è un postulato dell'esegetica medioevale - del Convivio di Dante nel quale, guarda caso, "il signore dell'altissimo canto" discute giusto di lettera, allegoria, morale e anagogia.
Questi asini impenitenti, dopo qualche anno di Cammino, davvero credono di aver già ricevuto il mantello di Elia.

by Tripudio ha detto...

C'è da aggiungere pure che il fantomatico Salvatore, dopo essere intervenuto, non ha più scritto nulla. Non gli interessano i contenuti della discussione: è passato di qua solo per fare la morale e scappare via subito.

Chissà cosa ne pensa della celebrazione di una Messa in suffragio di una delle vittime del vescovo pedofilo neocatecumenale.

A proposito, da un commento di Lapaz leggo che un altro vescovo pedofilo - che la Santa Sede ridusse allo stato laicale (cioè "spretò") a giugno 2014 - tale Józef Wesołowski, veniva energicamente difeso dai kikos poiché celebrava la liturkikia nelle loro comunità.

Per i facinorosi kikos gli uomini si distinguono in due sole categorie: "amici del Cammino" e "persecutori". E se un pedofilo è amico del Cammino, va difeso a tutti i costi, disprezzando le sue vittime.

Osservante Che Osserva ha detto...

Beati pauperes spiritu ha detto: I catechisti non se ne rendono pienamente conto, credono spesso di fare il giusto, perché anche loro infatuati, sedotti e affascinati da Kiko e dal suo "carisma".

Ma chi ca##o è 'sto Kiko? Ma come fa ad avere tutto quest'ascendente? Qui mi sembra di stare a discutere sulla fascinazione che i gerarchi e i generali avevano di Hitler... Oppure ognuno aveva il suo tornaconto? Boh io non capisco come si possano obnubilare i sensi materiali e quelli spirituali per così tanto tempo: possibile che nessuno si sia ancora svegliato?

Osservante Che Osserva ha detto...

Essendo nuovo non conosco molte dinamiche ed iniziative all'interno del blog, quindi vi chiedo: sono mai state organizzate preghiere (es. rosari) per supplicare la conversione di Kiko "cefali" e degli ecclesiastici "anici"? Forse sarebbe uno dei metodi più potenti per sanare (o per far crollare) il CNC...

Osservante Che Osserva ha detto...

Concordo con @C nel commento del 3 maggio 2017 15:23

"Quello che i neocatecumeni non faranno mai (MAI) è CONFRONTARSI con altre realtà della Chiesa, perché tale confronto sarebbe distruttivo per loro. "

Ho l'impressione che sia proprio quello che li spaventa

l'apostata ha detto...

@ Matteo o chi per lui

"Caro Apostata, pensi di essere simpatico ma sei solo un cialtrone. Detto da un ex NC che già altre volte ha attaccato la tua "simpatia", ma non sempre è stato pubblicato dal moderatore. Non ti affannare a rispondermi con la solita sfilza di "egregio", "baccalà" e "somaro" che ripeti come un mantra fino alla nausea. In una cosa ti do ragione: se sei diventato così dopo il cammino, allora hai fatto benissimo a lasciarlo, ma se eri già così di tuo, il problema non è stato certo il cammino."

"Cialtrone" è l'insulto più spesso rivoltomi in passato da Baccalà. Che coincidenza! Cos'è, affinità elettiva?

"Detto da un ex NC che già altre volte ha attaccato la tua "simpatia".
Come si dice, chi non mi apprezza non mi merita. :-P

""egregio", "baccalà" e "somaro" che ripeti come un mantra fino alla nausea.
Vanno bene "illustre, Merluzzo essiccato e ciuco"? Fammi sapere, grazie.
Quanto alla nausea, ti assicuro che non sarà mai tanta quanto me ne dà la Nueva Estetica.

"se sei diventato così dopo il cammino, allora hai fatto benissimo a lasciarlo, ma se eri già così di tuo, il problema non è stato certo il cammino."
No, purtroppo non hai il discernimento e non hai capito nulla.
Sono d'accordo con te sull'aver fatto benissimo a lasciare il cosiddetto Cammino. Grazie della sincera comprensione, mi riscaldi il cuore!
A tal riguardo, sappi che non solo sono molto simpatico, ma che il mio carattere amabile, cordiale, amichevole, sensibile, amante della compagnia, socievole, nulla ha a che vedere con il cosiddetto Cammino. E ti aggiungo che sono come il vino, più passano gli anni e più miglioro.
Non sai che ti perdi non conoscendomi... ;-)

Però che strano. Guarda caso, becco il post del solito ignobile Merluzzo essiccato con l'ennesimo nick e ne spunta un altro insultante-fotocopia come in passato.

Illustre, prima difendi a spada tratta il solito ignobile ciuco, poi spari giudizi a destra e a manca da bravo adulto nella fede, quindi racconti che sei usciti dal Cammino nel 2009.
Non sai quanti identici post-fotocopia sono apparsi qui negli anni.
Palesemente, oltre che le kikatekesi hai imparato a memoria anche il format del tipico post neocat insultante/giudicante/sprezzante.

"...Certo è che affermare concetti giusti (ma non lo sono tutti, a mio parere) condendoli con ironia da osteria (vedi Apostata e non solo)..."

E no! Proprio no! Rivendico la par condicio con il signor trettre [33] dottor (h.c.) visionario Arguello!!!
Se lui può andare nei bar e avere visioni, io rivendico l'osteria e l'annessa ironia!
Siamo in democrazia, mica in comunità!

Poi che te ne frega a te della faccenda? Non si è ancora capito. Vuoi vedere che sei ancora schiavo del demonio impiccione?

Comunque, se ti aiuta scrivi ancora tanti begli sprezzanti giudizi, magari sfogandoti ti sentirai meglio.

Non sei camminante, non sei Merluzzo essiccato (dici) e poi vieni qui a sparare gli identici insulti.
Prova invece ad andare a lavorare, magari di zappa, sarai e diventerai più utile a te e al prossimo.

Cordialità.

P.S. Non dimenticarti illustre, del perché ti do dell'ignobile (ooops! do dell'ignobile a Merluzzo essiccato!). Lo squallido ciuco ebbe il coraggio di definire "toccatine" le molestie avvenute a Guam.
Più ignobile di così!

Beati pauperes spiritu ha detto...

OT: pare che quest'anno, in occasione del centenario delle apparizioni, Kiko si presenterà con la sua folla osannante a Fatima, giusto perché ci va il Papa, naturalmente. Sta cercando da mesi un incontro con il Papa, dopo il luglio 2016, disperatamente, e quindi andrà a montare tutta la baracca delle vocazioni, come al solito, per farsi notare dalla gerarchia...
A Fatima, lui, che ha sempre deriso tutte le devozioni mariane. Speriamo che la Madonna gli appaia, stavolta sul serio.

Donna Carson ha detto...

Grazie a tutti per la solidarietà, e grazie anche a chi, neocatecumenale convinto, non si scompone di fronte all’immagine di un sacerdote che profetizza sciagure matrimoniali come niente fosse, ma lo ritiene giusto e doveroso, a tutela dei fratelli che si starebbero perdendo. La testimonianza continua su questo blog, degli uni e degli altri, mi conferma sempre più della bontà della mia scelta.

A proposito del mio matrimonio, voglio aggiungere due cose:
1) E’ stato malvisto da sempre, in quanto matrimonio “misto”, con marito fuori senza nessuna intenzione di entrare e ciononostante cattolico praticante, brava persona, lavoratore onesto, non dedito a vizi, insomma inattaccabile su tutti i fronti, ma me lo hanno fatto pesare tutte le volte che hanno potuto.
2) La profezia nefasta non si è avverata, è passato un anno e mezzo e se devo fare un bilancio non posso che testimoniare che al di fuori del cammino la vita matrimoniale e familiare ha solo da guadagnarci, in termini di ritmi, tempi, umore e serenità.

Da circa un anno partecipiamo ai gruppi famiglia della nuova parrocchia rigorosamente non Nc che frequentiamo ed è una boccata di aria fresca, per noi e anche per i nostri figli. È davvero un piacere portarli alla Messa dei bambini, vedere il loro entusiasmo nei canti, e la grande che inizia a ricordare gli episodi evangelici che poi commentiamo insieme, confrontarci con altre famiglie che sono lì perché scelgono di esserci, liberamente, senza fardelli, senza giudizi, in semplicità, con il parroco come punto di riferimento e tante persone di buona volontà che animano la parrocchia in vari modi. (E già mi immagino il Nc Doc che alza gli occhi al cielo, scuote la testa e pensa che non c’è speranza per i cristianucci della domenica come noi, lui che ha il presbitero che gli spezza la parola, magari dicendo pure qualche parolaccia ma va bene così perché lì si dà la vita e chi si scandalizza non ha capito niente, le altre sono pratiche borghesi, poi se il catechista o il responsabile esagerano un po’ è per eccesso di zelo, meglio che essere tiepidi, meglio che essere moralisti, poi non importa se nella vita di tutti i giorni i Nc non fanno che scandalizzare il prossimo, è che loro sono nella verità e si conoscono, gli altri non possono capire…)

Ma chi me le aveva messe in testa tutte quelle assurdità che fuori dal cammino non c’è niente… bah… Quante sofferenze, quante lacrime spese per cosa?

P.s. Apostata, per me sei un grandissimo!

Valentina Giusti ha detto...

Per BPS: ricordo che Kiko definì quello per la Madonna di Fatima, un "devozionismo", cioè una devozione bigotta e superficiale, impossibile da proporre ai "lontani" prima dei dodici anni di Cammino o più (cioè prima di averli intontiti ben bene con tutte le catechesi aberranti che oggi possiamo finalmente cominciare a conoscere, come quelle della Traditio), mentre invece la sua 'apparizione intellettuale' deve essere meta di pellegrinaggio già dal primo ingresso in comunità.
Evidentemente, ritiene che non ci sia il rischio che la "sua" madonna susciti devozionismo o devozione di sorta, e devo dire che non ha tutti i torti.

Lino ha detto...

Anonimo l'apostata ha detto... "Cos'è, affinità elettiva?"

Spiegamogliela, così lui che un "sale della terra" creato da Kiko si "arricrea".
Come nel capolavoro "Le affinità elettive" di Goethe dove c'è la metafora delle attrazioni chimiche, al pari del sodio e del cloro che si attraggono per formare il sale/NaCl/cloruro di sodio, Baccalà e Matteo lo fanno per creare il sale di questo blog :-)

by Tripudio ha detto...

Ma come fa Kiko ad avere tutto quest'ascendente?

Per quanto a qualcuno possa sembrare strano, la risposta a questa domanda viene più dalla teologia che dalla psicologia, poiché non si tratta di stupidità e ingenuità (che contribuiscono, ma non sostituiscono), ma dell'attitudine a farsi circondare da falsi maestri portatori di "comode" dottrine (quelle in cui non hai bisogno di usare la ragione), oltre che da una diffusissima ignoranza delle cose della fede. Ne era cosciente già san Paolo apostolo.

Per questo abbiamo il sorprendente fenomeno per cui persone di buon cuore veramente intenzionate a iniziare un itinerario di riscoperta della fede finiscono nella tela del ragno.

l'apostata ha detto...

@ Lino

"...c'è la metafora delle attrazioni chimiche..."
In altre parole, la versione chimica di "asinus asinum fricat".

Pittosto, chi ti ha dato della "capra"?

Credo che tra libro, fanghi e sicomori tu debba aver messo davvero in crisi i capetti neocat.
Avrebbero semmai dovuto darti del "faraone", come fa ogni neocat che si rispetti.

Per chiamarti "capra", epiteto tutt'al più da cristiani della domenica, gli devi proprio aver fatto perdere la testa, ancorché circoncisa.

Continua così... ;-)

Anonimo ha detto...

.....il libro di lifschizt e' ancora in catalogo nelle paoline!! non si sono accorte che la risposta a '''kiko santo o impostore ??''' e' impostore....

Lino ha detto...

@ l'apostata
Un neocatecumenale che non ricordava bene il canto di Kiko, carissimo:
"Ecco: lo specchio nostro è il signor Lino /
La-
Aprite gli occhi e guardatevi in lui
Sol- La7
ed imparate com'è il vostro viso...
Re-
C. E togliete la sporcizia dalle vostre facce".

Lui, invece di vedersi con la faccia sporca di fango, si è visto capra com'è :-)

Ruben ha detto...

@Anonimo4 maggio 2017 14:53
.....il libro di lifschizt e' ancora in catalogo nelle paoline!! non si sono accorte che la risposta a '''kiko santo o impostore ??''' e' impostore....
---
Magari se ne saranno anche accorti;
ma l'ambiguità del titolo, che prevede anche la sanità, fa vendere...

Anonimo ha detto...

Un brevissimo intervento e poi basta, spero, per non continuare nell'OT.

Apostata, piuttosto presuntuoso nel sapere chi sono le persone che scrivono, tra le altre cose scrive:

...Palesemente, oltre che le kikatekesi hai imparato a memoria anche il format del tipico post neocat insultante/giudicante/sprezzante....

A dire il vero l'insultante/giudicante/sprezzante sei tu, basta leggere il tuo nuovo post, ma forse neanche te ne accorgi...forse, non è colpa tua.
Dici di essere gioviale, io no! Se lo fossi stato o sarei ancora in cammino o sarei in questo blog a ridere per la "simpatia" di un cialtr... ooopsss di un "diversamente serio". Non ho difeso "l'ignobile ciuco", che tra l'altro nemmeno è detto che fosse un NC a leggere il post di tale Salvatore.
Abbi più rispetto per quelli che, anziché scrivere boiate su Internet alle 11.46 del mattino, usano la zappa per lavoro.

Sai quale è il tuo limite? Quello di pensare che se uno è uscito dal cammino, DEVE parlare male sempre e comunque del cammino e appoggiare indistintamente tutti i partecipanti al blog, altrimenti significa che è ancora nel cammino. Insomma un'autentica pecora che segue il gregge, ancora peggio degli stessi camminanti che non ragionano con la loro testa.
A proposito, la tua "modestia" fa concorrenza a quella di Kiko, per quanto la tua si riferisce a virtù di "quaggiù", la sua a quelle di "lassù".

X Lino, sarei quello con il quale hai avuto una discussione, civile, sull'argilla ecc. non molto tempo fa e sui segni (mi avevi inviato il link di un tuo scritto relativamente ai segni), mentre il solito fanfar...oops "diversamente modesto" perdeva tempo a scrivere insulti.

Saluti

Matteo

Anonimo ha detto...

Buonasera, leggo questo blog da due tre anni.Molte cose scritte le vedevo anche io nella mia comunità'.Soprattutto quando alcuni miei fratelli sono diventati catechisti.Si sono montati la testa e siccome anche le mie due figlie erano anche loro in cammino e stavano nella' ultima comunità' , quindi giovane di cammino, due di loro volevano fare la morale a me che ero loro genitore, perche' un sabato e uno no davo loro la liberta' di non venire alla' eucarestia.Peeche' comunque ragazze, volevano anche uscire con gli amici di scuola oppure con gli amici del catechismo.Perche' comunque aldila' del cammino le facevo andare anche al catechismo in chiesa pur dopo aver fatto la comunione.Ma un giorno mi scocciai e li risposi molto elegantemente che non erano i miei catechisti e non si dovevano permettere, di darmi ordini sul mio essere genitore e che loro non erano nessuno.Comunque per portarla in breve ne' io e le mie figlie abbiamo più' seguito.Scusate forse non sono stata tanto chiara, ma non sono brava a scrivere.Comunque ci sono stati anche altri episodi che e mi hanno fatta allontanare dal cammino.Ma non da CRISTO..

Beati pauperes spiritu ha detto...

Matteo, le divergenze fra te e Apostata non sono materia di discussione qui. Vi potete scambiare una mail, e ragionare fra di voi liberamente evitando di distogliere l'attenzione dal tema, che nel caso è la teologia sfasata di Kiko e Carmen, che induce a pensare "fuori del cammino non v'è salvezza".

In generale a tutti, me compreso, suggerirei di evitare di andare dietro agli insulti casuali dei neocat, ai tentativi di cambiare discorso. Tripudio riesce benissimo a neutralizzarli da solo. I botta e risposta in crescendo insulti (in gergo "flame") intasano solo la discussione senza nessun profitto.

Anche io cado in quest'inganno, mi riprometto di fare più attenzione in proposito.

La teologia di Kiko, e tutto ciò che da essa deriva, solo quello è il centro della nostra preoccupazione. Mi sono decisamente convinto, avendo i volumi fra le mani, che quella di Kiko è una gravissima minaccia, e dobbiamo combatterla a tutti i costi.

l'apostata ha detto...

@ Beati pauperes spiritu

Hai ragione quando scrivi che è meglio evitare di entrare in polemica con i neocat che intervengono solo per distrarre dal tema.

Perciò mi limito a due righine dedicate al bravo Matteo (o chi per lui) e prometto solennemente che non replicherò più alle eventuali mail del difensore d'ufficio del solito ignobile Baccalà.

"Dici di essere gioviale, io no!"
Si vede.

"Se lo fossi stato o sarei ancora in cammino o sarei in questo blog a ridere per la "simpatia" di un cialtr... ooopsss di un "diversamente serio".
Si vede anche che sei un diversamente istruito.
Come Baccalà.

"A proposito, la tua "modestia" fa concorrenza a quella di Kiko, per quanto la tua si riferisce a virtù di "quaggiù", la sua a quelle di "lassù".
Complimenti per il tuo diversamente intelligente senso dell'umorismo quando ti riferisci all'elenco delle mie virtù.

Quanto alla sequela di Sankiko, ci sei riuscito benissimo!
Lui dice che Apuron è perseguitato, e tu difendi a spada tratta Baccalà che parla di toccatine.

Buona prosecuzione.

l'apostata ha detto...

A proposito della discussione, vorrei aggiungere qualcosa.

"...Ad un certo punto mio marito, ha ripetuto per tre volte ai catechisti la domanda: “Riconoscete che al di fuori del cammino nella Chiesa il Signore può operare con altri mezzi?”
Quando finalmente non hanno tergiversato e hanno dovuto capitolare con un timido "sì", non gli ha dato il tempo di continuare con i Ma e i Però, ha concluso così.


Il marito è da encomio solenne, li ha colpiti nel punto vitale.

Ricordo benissimo le sceneggiate dei miei superkikatekisti, autentici pezzi da 90 del cosiddetto Cammino.

Già dal primo passaggio iniziarono il terrorismo per spingere tutti a rimanere. Addirittura il capo equipe finse di piangere di disperazione perché una persona gli disse che non avrebbe continuato dato che non credeva nel sistema neocat.

Le frasi utilizzate negli anni erano sempre le stesse:

-ne va della tua vita
-non puoi più tornare indietro ora che hai scoperto il Cammino e la fede adulta
-ormai ha bruciato i ponti
-fuori troverai solo pianto e stridore di denti
-se lasci rimarrai solo.

Quest'ultima minaccia veniva tirata fuori solo dopo un certo numero di anni. Anni nei quali molti persero tutte le amicizie che non frequentavano più a causa dei molteplici pressanti impegni del cosiddetto Cammino.
Mi rammento persone che all'inizio avevano parecchi amici fuori della setta, persone simpatiche e normalissime. Passati gli anni si sono ritrovati soli.

Tipico delle sette insomma. Isolamento sociale, gruppo chiuso con proprio linguaggio, disprezzo per gli esterni, raccolta di denaro, ipocrisia, negazione della realtà.

D'altra parte ne abbiamo una ricca testimonianza anche qui, e parlo dei neocat rabbiosi e dei loro post deliranti che si sono susseguiti negli anni.
Sono degni discepoli di Sankiko patrono dei falsari.

Perciò inutile meravigliarsi.

Sankiko esorciccio dice esorcismo e quelli strillano preghiere di liberazione.

La Cara Estinta farneticava di essere la "benedetta tu fra le donne" e quelli a urlare che non c'è niente di strano e tutto è possibile.

Sankiko benefattore dei suini proclama che Apuron è un perseguitato e arriva quell'altro che riduce gli ignobili abusi a toccatine e trova pure l'inviperito difensore d'ufficio.

Parola mia, sembrano da neurodeliri.

Eppure la massa dei piccoli non è in malafede, è ingannata.
Me lo confermava un mio amico sacerdote, non RM e molto ma molto ligio alla Chiesa. Si è trovato a "celebrare" con un gruppo di camminanti di lungo corso, e si è convinto della loro buona fede, dei piccoli intendo, di quelli che non contano nulla. Il problema è che non capiscono nemmeno di seguire un percorso gnostico, talmente sono stati rintronati.

Il fatto è che chi avrebbe dovuto vigilare in passato non lo ha fatto.

Il seminario concesso a un eretico patentato, il caos delle revisioni e approvazioni farlocche e l'avanti e indietro dello Statuto.

Adesso chiudila la stalla dopo che sono scappati i buoi.

Vaglielo a dire ai piccoli che la Curia li ha lasciati in balia dei lupi consapevolmente. Vaglielo a dire che i lupi hanno insegnato loro eresie. Vaglielo a dire che hanno fatto grossi sacrifici umani e patrimoniali a favore di una setta.

Come reagiranno quando capiranno che i pastori anziché proteggere il gregge lo hanno consegnato al lupo?

Ho conosciuto tanti, specie i giovani, che scoperto l'inganno hanno lasciato disgustati anche la Chiesa sentendosi traditi.

E meno male che con internet l'informazione gira. Benedetto questo Blog! Quanta gente è stata salvata dalle grinfie di Sankiko sfruttatore?

E quanto ha dato sui nervi al Nuovo Giovanni in mezzo a voi la cosa, visto che ha proibito più volte l'uso di internet, ordine di cui gli stessi neocat si sono infischiati.

Ipocrisia insomma. Il frutto più autentico del Cammino.

Anonimo ha detto...

Senti Apostata non mi pare di aver difeso qualcuno che parlava di "toccatine", anzi, a dire il vero, non ho neanche idea di dove sia quel post. Mi ha dato fastidio la tua solita ironia al post di un certo Salvatore, che non mi pare parlasse di toccatine.
Quanto al mio essere "diversamente istruito", credo che sei tu che non hai capito la frase, ah già, andava una virgola dopo "stato"... ma sempre meglio che scrivere "begli sprezzanti giudizi" (post 04/05, 11:46).

Matteo

Pax ha detto...

Riprendo l'introduzione al post:
"Quindi, se tu pretendi che tutti seguano la tua peculiare strada di santità, allontani sia te che loro da questo obbiettivo e la tua azione è dettata da malvagità o da ignoranza."
Alla scuola di Santa Caterina da Siena che era istruita direttamente da Nostro Signore Gesù Cristo.

Interessante da osservare che Santa Caterina più cresceva nella Conoscenza di cui il Signore la faceva partecipe, più si perfezionava nella santa umiltà, lei, un gigante della Fede, proclamata Dottore della Chiesa, una umile fanciulla, di famiglia modesta e ignorante.
Questo ci fa molto riflettere sulla profonda menzogna che permea tutto il c.n.

Se si confrontano a queste semplici e chiare affermazioni le cose che ci racconta Donna Carson nella sua esperienza:
"mentre stavo rimettendo in discussione praticamente tutta la mia vita spirituale, piena di dubbi, paure, nostalgie, e loro che giocano sottilmente con quelle fragilità"

Che differenza abissale! E come appare evidente l'inganno!
Se mentre tu stai scegliendo di allontanarti dal cammino ti si dice che sei una bambina immatura e che stai mettendo a rischio tutto il tuo futuro,PERCHE' QUELLA E' L'UNICA STRADA PER LA SALVEZZA.....

Conclusione, se non c'è dubbio alcuno che Santa Caterina ha avuto il privilegio di essere istruita durante tutta la sua breve vita, appena 33 anni come Gesù, dallo Spirito Santo e i suoi scritti luminosi lo attestano e ancora oggi sono un faro di luce potente nella Chiesa... dobbiamo concludere che un altro è il maestro di Kiko il quale è il maestro di questi splendidi catechisti, presbitero catecumenale compreso, che Donna Carson ci ha descritti e smascherati.
Essi, infatti, impongono la strada neocatecumenale e la dichiarano UNICA, con offese e minacce, anche se poi a denti stretti sono stati costretti a riconoscere che la Chiesa, forse, è una realtà un pò piu grande di loro.

@ Beati pauperes spiritu

Sì, hai ragione, anche io spesso ho pensato che questi pasqualoni/troll, che sempre più velenosi postano i loro commenti, ottengono il risultato di distogliere dagli argomenti che andiamo trattando e che meritano di essere approfonditi e arricchiti di nuove esperienze.

Ma io, personalmente, propositi per il futuro non ne faccio, le leggi mi danno l'orticaria da quando felicemente sono uscita dal c.n. e poi c'è tempo per tutto, volendo, e poi a volte anche combattendo con loro si fa qualche nuova scoperta, e poi davvero noi non sfuggiamo il confronto vorremmo solo, e qui mi rivolgo a voi, felici camminanti ancora entusiasti, armati a difendere il vostro comandante in capo: ogni tanto rispondete a qualche domanda CON FATTI CONCRETI, da tempo tante ne abbiamo poste e voi continuate solo ad insultare, perchè è così e basta.

Ultimo pensiero:
Santa Caterina, nel suo dialogare con Gesù, resta nella penombra, è il Signore e il Suo Amore che si fa strada, sempre più.
Se accostiamo a questo i Diari di Carmen, Gesù è una invocazione (se mai Carmen pregava così!), protagonista è Carmen, le sue angustie, le sue paranoie, le sue instabilità, le sue depressioni, il suo nulla, a volte anche le sue euforie o esaltazioni...perchè questo?
Chi sta al centro di tutto? Progetto di Dio o progetto di uomini?

Pax

Anonimo ha detto...

Qualcuno può confermare o smentire la presenza xel cardinal Sarah al raduno dei vescovi dall'Arguello ? E se davvero ha celebrato la "messa neoxatecumenale" ?
Andrea

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Penso che i CAMMINANTI che non si decidono a uscire dal Cammino anche se non ne possono più siano trattenuti dall’ipotesi del proprio fallimento. Si domandano: “Allora abbiamo sbagliato tutto? Abbiamo sprecato tanti anni della nostra vita? Tutto ciò che abbiamo vissuto era falso?”.
Se questo impedisce loro di prendere coscienza della reale situazione, stiano tranquilli: l’autenticità di ciò che hanno vissuto dipende innanzi tutto dal loro cuore.

CAMMINANTI: molte cose che avete fatto sono sbagliate, ma un conto è se le avete fatte in buona fede, un conto è se le avete fatte per essere approvati dagli uomini.

Non abbiate paura di uscire dal Cammino che vi opprime e tornare alla Chiesa. Anche molti PROTESTANTI si sono convertiti al Cattolicesimo: che prima quello che facevano non era autentico? Che forse la fede che vivevano era falsa? Se erano in buona fede, la fede era vera, anche se non era PIENA.

Vi trattiene il fatto che le liturgie del Cammino sono più "spettacolari"?
Tranquilli: anche molti protestanti convertiti sentono la nostalgia di certe cose che facevano prima, come certe riunioni bibliche, ma sanno che, nella Chiesa, la bellezza è data dalla pienezza della presenza di Cristo!
La nostalgia che provano è una questione di sensibilità. E’ normale, ma non è l’essenziale.

Pax ha detto...

@ Pietro (NON del Cammino).

Mi unisco al tuo appello rivolto ai camminanti che non riescono a decidere di lasciare finalmente il c.n.

Ma non mi unisco così tanto per ripedtere quello che tu hai già detto così bene, ma solo per rafforzarlo con la mia esperienza.
Vero è che è molto triste e anche deprimente pensare che 20 - 30 anni della tua vita li hai passati lì dentro, investendo tutta la tua esistenza, ma, quando si aprono gli occhi, è più dura e difficile far finta di niente e continuare il cammino, che tagliare di netto con tutto e andarsene.
Altro che liturgie spettacolari o non so cosa! Tutto diventa insopportabile, il giocattolo si è rotto, e tu cosa ci fai ancora lì?

Almeno questa è stata la mia esperienza, sofferenza tanta, amarezza infinita e, peggio di ogni cosa, una volta fuori, il disprezzo delle persone che hanno fatto il cammino con te o la totale dimenticanza, nella migliore delle ipotesi, con calunnie annesse e connesse più un continuo spiare la tua "nuova vita" da lontano, per vedere quando e come il tuo matrimonio andrà a rotoli, i tuoi figli faranno una brutta fine, resterai senza soldi e, peggio di ogni altra cosa, perderai anche la Fede di sicuro.

Qualcuno può dire: "scusa, che bel modo hai di incoraggiare!"
Certo non posso mentire, e qui siamo tutti adulti, magari non "adulti nella fede" come loro! Ma siamo tutti adulti.
Ogni scelta ha le sue conseguenze, si sa, ma questo è il bello della Libertà, Felice Libertà lontani da loro!
Dopo non avrai mai rimpianti o ripensamenti.

Tutto ho patito, ma non la nostalgia e tanto meno delle celebrazioni con loro, già da tempo per me insopportabili, quando alla fine vai avanti solo per le persone legate a te lì dentro.......fin quando non capisci che la vita di nessuno dipende da te in ultima istanza, assolutamente, che Dio provvederà a loro come provvede a te, importante è ascoltare la propria coscienza e fare ciò che è giusto e buono, punto.
Poi Dio ti aiuta e aiuta Lui tutti, perché non siamo noi dio di niente.
Allora che dire? È stato tutto un errore? Una terribile beffa? Una grandissima perdita di tempo, e non solo.
Ogni storia ha un senso, e io mi convinco sempre di più che il Signore porta avanti il Suo disegno anche con noi personalmente, con ciascuno di noi.......
noi che un giorno siamo stati LA' e che oggi stiamo QUA.

Pax

l'apostata ha detto...

@ Matteo

Quello che mi ha mandato in bestia è stata la tua difesa d'ufficio senza se e senza ma di quell'ignobile asino di Baccalà, figuro ben noto in queste pagine.

Oltre a insulti e menzogne diretti a tutti e su tutto, lo squallido individuo declassò tempo fa gli abusi sui minori a innocue toccatine, dato che erano stati perpetrati da adulti nella fede.

L'individuo, come detto, è assolutamente ignobile. Per chi frequenta il Blog da tempo il soggetto è riconoscibilissimo da determinati "segni particolari" del suo frasario: si intravedono immediatamente le orecchie d'asino.
Non lo riconosceresti dal nick, dato che lo cambia in continuazione.

A volte si presenta come uomo, a volte donna, a volte come religioso. Ha pure utilizzato identità altrui.
L'aspetto comico è che si confonde spesso, si firma uomo e parla come donna, e viceversa.

Aveva un suo Blog contro di noi. Ha scritto tali e tante idiozie che i suoi kikatekisti lo hanno obbligato chiuderlo.
E' arrivato anche ad accusare il Papa di violare la LIturgia pur di difendere la Liturkikia.

Un soggetto del genere è semplicemente ridicolo. Però la faccenda delle toccatine non gliela perdono. Ho conosciuto persone che hanno sofferto tantissimo a causa del cosiddetto Cammino, e immagino come si devono essere sentite a leggere un post del genere.
Perciò all'ignobile somaro non gliene passerò una, compresa la promessa di munirmi di scarponi da montagna e prenderlo a calci nel didietro (centro della spiritualità kikiana) da Napoli a Pompei, così gli faccio fare un bel pellegrinaggio.

Il soggetto è di Napoli, ha pure un profilo su Facebook squallido come lui. Altre notizie te le può dare Lino, che sa bene che individuo sia.

Figurati come sarà stato contento ad aver trovato un difensore d'ufficio!

Perciò se ti dissoci da questo schifo per me la possiamo chiudere qui.

Magari la prossima volta, prima di partire lancia in resta in difesa di chi non conosci, chiedi.
Così magari eviti di apparire "diversamente provocatorio".

p.s. Attento alle virgole o rimarrai anche "diversamente istruito"... ;-)

Chiedo scusa ai moderatori del Blog per l'OT.

Anonimo ha detto...

@Donna Carson

Grazie per la tua testimonianza, perché dimostra una volta in più che per uscire dall'ingranaggio NC, serve un occhio esterno, serve confrontarsi con altri punti di vista.
Il tuo marito che era al di fuori degli schemi mentali del NC, l'ha messi subito con le spalle al muro con quella SEMPLICE domanda.

Perché un'altro antidoto per proteggerci dal cammino, oltre alle domande, e' la semplicità.

- Semplicità nei pensieri, il cammino ti porta ad avere una stile di ragionamento contorto.

-semplicità di vita, guardando all'essenziale

-semplicità nelle relazioni, non stare cioè pensare quali congetture ci possono essere su una frase o azione di un fratello.

Per questo diciamo ai camminati, USCITE, conoscete altre realtà della Chiesa. E confrontarsi i con loro, ASCOLTANDO le lore esperienze.

Grazie ancora Donna Carson.
Io sono legata a te in modo particolare perché abbiamo avuto un forte parallelismo. Ricordo perfettamente il tuo primo post, in quanto stavo vivendo la tua stessa esperienza: Siamo rinate insieme.

Grazie a tutti voi che avete la pazienza e forza di leggere quei mattoni ops mamotreti. Io non ce la faccio neanche a leggere gli estratti che condividete. Quel linguaggio non lo sopporto più.

EX-NC-???

Pax ha detto...

Pax
@ apostata ha detto.....
Chiedo scusa ai moderatori del Blog per l'OT.

Non devi chiedere scusa a nessuno, per quanto mi riguarda io sono con te, convintamente.
Ognuno di noi qui dà secondo la sua esperienza e la sua sensibilità, e tutto è utile e buono per il fine che ci siamo prefissi.

Questa eterogeneità, le differenze tra noi mi incantano, come il fatto che arriviamo sorprendentemente alle stesse conclusioni, sempre,...e a volte, addirittura uno si confonde totalmente nella storia raccontata da un altro come fosse la sua.

Sentiamoci liberi ognuno di esprimerci, basta codici e anche buoni propositi, meglio non farne, perchè poi per un poco ci facciamo violenza per rispettarli e alla fine, quando non ne possiamo più, reagiamo anche peggio del normale.
Per troppo tempo ci siamo repressi, ora basta, ma basta davvero!
Questa, ovviamente, è la mia opinione: evitiamo i proclami!

Pax

Pax ha detto...

@ EX-NC-???

Bella sintesi: in tre punti....

1.- Semplicità nei pensieri, il cammino ti porta ad avere una stile di ragionamento
contorto.
2. -semplicità di vita, guardando all'essenziale
3. -semplicità nelle relazioni, non stare cioè pensare quali congetture ci possono
essere su una frase o azione di un fratello.

Punto 1.
Verissimo, sono contorti e ti educano a ragionamenti contorti,

Punto 3.
come ricordo bene soprattutto il fatto che indagano sempre sugli eventuali "doppi fini" di quei fratelli, portati davanti a loro -i capibastone di turno- dai diretti catechisti, perchè considerati"casi particolari", e per questo richiedenti un discernimento superiore.

Pax

Donna Carson ha detto...

@ EX-NC???
Grazie a te, anche io ho colto una grande sintonia con le tue esperienze, come con molti altri qui e in particolare il fronte femminile. Per esempio non ho mai detto a Valentina Giusti che uno dei suoi interventi fu per me decisivo mentre stavo maturando la mia decisione. Così mi piace pensare che in questo momento stiamo aiutando altri...
Se ti va, puoi scrivermi a donna.carson@libero.it

Beati pauperes spiritu ha detto...

Quoto Donna Carson in toto

Anonimo ha detto...

@Donna Carson

Grazie

EX-NC-???